News‎ > ‎

Giornata mondiale dell'acqua: 22 Marzo

pubblicato 22 mar 2010, 02:19 da Antonella Balduzzi   [ aggiornato in data 22 mar 2010, 05:43 ]
Lunedi 22 marzo è la giornata mondiale dell'acqua, istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1993. Questa la pagina ufficiale della giornata: http://www.unwater.org/worldwaterday/flashindex.html.

Anche Slow Food si appresta a celebrarla sulla rivista S/lowfood,/ in uscita il prossimo 6 aprile, con in copertina un'immagine satellitare del Lago Aral e al’interno una sezione dedicata all'acqua, di cui vi riportiamo la presentazione.

Per affrontare la calamità globale della povertà, compresa la mancanza di fornitura idrica e strutture igieniche di base, nel 2000 le Nazioni Unite e la comunità internazionale hanno annunciato gli obiettivi di sviluppo del millennio. Questi comprendono il dimezzamento, entro il 2015, del numero di persone che non possono permettersi acqua potabile e strutture igieniche adeguate. L’iniziativa è lodevole, ma taglia fuori dall’accesso alle risorse idriche centinaia di milioni di poveri. In più, non siamo molto lontani dal 2015, e l’impegno finanziario e istituzionale non si è certo dimostrato adeguato. Le possibilità di successo sembrano minime, specie per quanto riguarda l’acqua…

Di acqua parliamo, appunto, e lo facciamo a lungo e con esperti che siamo orgogliosi di presentare: Maude Barlow, fondatrice di Blue Planet Project, Senior Advisor on Water presso l’Assemblea generale dell’Onu e autrice del libro /Oro blu/; Riccardo Petrella, professore emerito dell’Università Cattolica di Lovanio, presidente dell’Institut Européen de Recherche sur la Politique de l’Eau di Bruxelles e autore nel 1997 de /Il Manifesto dell’acqua/; Arjen Y. Hoekstra, direttore del Water Footprint Network e inventore del concetto di impronta idrica; Giulio Conte, biologo, responsabile dell’Area risorse naturali dell’Istituto ambiente Italia e autore del libro /Nuvole e sciacquoni/.

Parleremo di acqua come diritto, merce, spreco (domestico e agricolo), emergenza… Ma con un finale a sorpresa, confezionato per l'occasione dai nostri inviati Remmert-Ragagnin: un viaggio, grottesco, fra le acque più care del mondo.

Lunedì sarà in linea su http://www.slowfood.it/ un dossier sul tema acqua e inoltre nella sezione multimedia http://multimedia.slowfood.it/ troverete il video della prima canzone del nuovo album di Saba Anglana, cantante italo-somala che ha dedicato questa sua opera all’acqua (Biyo significa acqua in lingua somala, ma viene dal greco bios, vita). L’album esce in questi giorni, è molto bello e soprattutto è molto efficace il video girato in Etiopia.

Le campagne degli altri: Imbrocchiamola http://www.altreconomia.it/site/fr_raggruppamento_detail.php?intId=5 di Altroconsumo e Acqua di rubinetto? Si, grazie http://www.legambiente.eu/documenti/2010/0222_AcquaRubinetto/index.php di Legambiente.
Comments